Elenco News

News del: 03/11/2017

Cosa ne pensi?

News del: 10/07/2017

E` successo davvero!

News del: 04/02/2016

Banca? Non solo

News del: 22/04/2014

Storie

News del: 26/02/2014

Angeli

News del: 30/01/2014

Luna Nera

News del: 19/12/2012

Forza, forza, forzaaaaaaaaaaaaa

 

News del: 31/03/2011

Ahhhh, gli uomini!

News del: 25/02/2011

L`abbandono

News del: 25/11/2010

I segreti dei giovani

News del: 19/11/2010

L`incontro

News del: 27/07/2010

La vita è dura!

News del: 26/06/2010

L`Amicizia

Totale news pubblicate: 49

Forza, forza, forzaaaaaaaaaaaaa

Data della News: 19/12/2012

Avevo 17 anni, ero in Germania per studiare il tedesco; era il giorno in cui dovevo partire per rientrare in Italia. A causa degli orari dei mezzi di trasporto, mi trovai nella necessità di lasciare il mattino prestissimo il posto dove alloggiavo, lasciare i bagagli alla stazione ferroviaria e ripartire per Milano la sera tardissimo. Ho sfruttato la giornata che avevo davanti per gli ultimi acquisti per i miei cari e per salutare alcune persone; poi mi sono diretta alla stazione per prendere il treno per l`Italia. Era molto, molto tardi, ero sola; entro in stazione e trovo i pavimenti letteralmente coperti da persone sdraiate che dormivano e l`accesso all`armadietto per ritirare il mio bagaglio ostruito dalla presenza di due o tre ubriachi.

La mia mente registra, non senza paura: “Mi serve aiuto; e mi serve subito, il treno sta per arrivare!”. Cammino affannosamente alla ricerca di chi mi può aiutare. Incrocio tre signori sulla cinquantina (alti e imponenti) ai quali spiego cosa mi sta succedendo e che, in men che non si dica, si fanno in quattro! Smuovono gli ubriachi dal posto che mi impediva di accedere al mio bagaglio e con questo mi permettono di salire sul treno per tempo.


Sono sicura che tutti abbiamo eventi della nostra vita per i quali ci siamo detti: “Però, sono stato proprio bravo!”. È all`episodio sopra descritto che faccio appello (e quindi alla grinta che ho avuto per uscire da quella situazione) quando intravedo che sto per cadere in momenti dalle conseguenze infelici. Perchè ho raccontato questo fatto proprio ora? Perchè siamo di nuovo nel periodo dell`anno in cui molti di noi tireranno le somme di quanto accaduto nella propria vita nel 2012. Ci sarà chi -come al solito- si lamenterà, chi vorrà fare la vittima, chi dirà che si sente impotente, ed altro ancora. Probabilmente non saranno molti coloro che -rispetto ad un problema ancora non risolto o a ciò che non hanno ancora ottenuto-, si chiederanno:

  • Cos`altro potevo fare?

  • A chi potevo chiedere?

  • Sono proprio sicuro di avere fatto tutto quello che poteva essere fatto?

  • Sono una persona che sa accettare la risposta quando chiedo a qualcuno di cui mi fido: “Secondo te, in me cosa manca, cosa non va?”. Sto pensando a quelle persone che ti chiedono un parere e che nella totale mancanza di umiltà se ne escono con un: “Ma tu mi giudichi!”

Vorrei condividere una riflessione che ultimamente faccio spesso: apprezzo tutte le cose che ho e non mi arrabbio per quelle che non ho. Sono grata per avere un compagno, per avere una famiglia, per vedere i miei nipoti crescere, per avere una casa riscaldata, per poter scegliere cosa mangiare, per condividere la mia casa con Lily -una cagnolina meravigliosa-. Sono grata per il fatto che posso camminare, posso respirare, posso vedere, posso sentire. Sono grata per essere Coach e ThetaHealer® e grazie a questo essere in grado di aiutare parecchie persone.  

E tu? Tu per che cosa provi gratitudine?


Vianna in Italia nel 2013? click qui

Auguri di cuore!


 

Copyright © 2010 Paola Vernasca   |   P.IVA 06325020961   |   Tutti i diritti riservati   |   Privacy   |   Cookie Policy   |   WebDesigned by Light Marketing s.n.c.